skin

Cronaca
Il caso
19 Mar 2019
L'ordigno è stato piazzato presso il negozio "Bontà e Tradizioni" la cui deflagrazione ha fatto saltare per aria la tabella e fatto cadere uno scaffale. Non capisco questo gesto”. Stessa storia, e stessa trama dei passati ordigni del dopo Natale che hanno sparso il panico in tutta la cittadinanza afragolese. Gli inquirenti non hanno mai avuto dubbi che i bombaroli della camorra afragolese, sono gli stessi degli altri nove ordigni piazzati sotto alle saracinesche di negozi e qualche supermercato. Solo un ordigno fece cilecca sotto alla saracinesca di una tabaccheria di via Calvanese. Per il resto, le bombe sono andate tutte a segno. Fiducia nella magistratura da parte del sindaco Claudio Grillo che dice "“ c'è tantissima attenzione da parte delle forze dell'ordine di cui ho piena fiducia nel loro operato. Stanno lavorando benissimo e certamente sapranno cosa fare. Siamo in mano a loro”.
Cronaca
Il caso
7 Mar 2019
“Chiediamo una sanatoria, non di essere sbattuti per strada” ha affermato una donna che urlava a squarcia gola contro il comune. E poi: “Ci sono famiglie formate da anziani e disabili, come faremo? Dove andranno?”. Una delegazione è stata sentita dal sindaco Grillo che ha dichiarato " abbiamo sanato 88 immobili su 212. Ma la legge va rispettata".
Inchiesta
Il caso
2 Mar 2019
L'ipotesi di una cricca per favorire gli imprenditori con un intreccio politico, e quello che potrebbe emergere nelle prossime ore. Per il sindaco Grillo, quello del controllo degli atti amministrativi emessi dalla precedente amministrazione comunale è doveroso. Tanti sono i casi di permessi rilasciati con artifizi di ogni genere violando le regole. Le concessioni degli "ecomostri" sarebbero tutte da controllare. I firmatari sono tutti i tecnici finiti nella questione Conad.
Cronaca
Il caso
1 Mar 2019
Come ovvio che sia, la controparte può far prevalere le proprie ragioni nelle sedi competenti. Ma, allo stato dei fatti, sotto accusa sono finite le cubature in eccesso seppur previste dal Piano Casa ma ritenute non conformi al titolo rilasciato, e poi non sarebbe stata rispettata la distanza minima tra gli edifici. I responsabili unici del procedimento, sono gli stessi della vicenda Conad. E' un caso? c'è chi sospetta una "cricca" dietro al rilascio di permessi ritenuti illegittimi. A chiedere che si faccia chiarezza, il sindaco Claudio Grillo nonostante che, la politica osteggia in tutti i modi una consulenza di un tecnico per fare ulteriore chiarezza in merito ad un permesso a costruire per un mega palazzo di via Arturo De Rosa.