Il fatto

Afragola,dichiarazioni di Montefusco su "chi protegge la Buttol"? l'opposizione con il Pd chiede un consiglio comunale sulla vicenda.

L'appalto, fu affidato dalla ex amministrazione comunale uscente, dopo che il consorzio Go Service fu sciolto per camorra. Il documento, oltre a parlare delle sanzioni pregresse e dell'indebolimento dell'ufficio, parla anche “che da recenti dichiarazioni apparse sulla stampa a firma e voce del consigliere Montefusco, presidente della IV commissione nonché autorevole esponente della maggioranza, si ipotizza e si asserisce un forma di indebita “protezione” nei confronti della ditta che svolge il servizio di raccolta rifiuti da parte di soggetti o poteri non altrimenti individuati e che garantirebbero, a suo dire, un indebito permanere in affidamento del servizio.

Questione rifiuti: il caso in consiglio comunale. A chiederlo, sono le opposizioni con il Partito Democratico, tra cui Giovanni Boccellino e Domenico Tuccillo, e due liste civiche connesse. I consiglieri di minoranza,a seguito di alcune dichiarazioni espletate dal consigliere comunale nonché presidente della commissione territorio e lavori pubblici Biagio Montefusco, in merito a chi proteggerebbe la società Buttol, ditta incaricata per la raccolta dei rifiuti nel comune di Afragola, vogliono capire effettivamente come stanno le cose. L'appalto, fu affidato dalla ex amministrazione comunale uscente, dopo che il consorzio Go Service fu sciolto per camorra. Il documento, oltre a parlare delle sanzioni pregresse e dell'indebolimento dell'ufficio, parla anche “che da recenti dichiarazioni apparse sulla stampa a firma e voce del consigliere Montefusco, presidente della IV commissione nonché autorevole esponente della maggioranza, si ipotizza e si asserisce un forma di indebita “protezione” nei confronti della ditta che svolge il servizio di raccolta rifiuti da parte di soggetti o poteri non altrimenti individuati e che garantirebbero, a suo dire, un indebito permanere in affidamento del servizio;. Il caso, è merso dopo le tante polemiche accorse fino al palazzo comunale sulla qualità del servizio espletato, facendo infuriare qualche consigliere comunale il quale aveva reso dichiarazioni pubbliche contro chi difendeva la ditta. In merito a queste dichiarazioni, dove Montefusco faceva un richiamo al rispetto del contratto sui servizi espletati dalla ditta, i consiglieri di minoranza vogliono vederci chiaro. E lo vogliono fare chiedendo la convocazione di un consiglio comunale ad hoc, chiedendo al sindaco Claudio Grillo ed all'assessore competente Camillo Giacco, in merito a talune dichiariazioni, cosa intende fare. Entrando nel merito della richiesta da parte del PD e delle liste collegate, i consiglieri di opposizione, vogliono capire effettivamente cosa volevano dire le dichiarazioni di Montefusco, ed in tal senso, cosa si intende fare. Non solo. Ma se ci sia una indagine interna per capire se le dichiarazioni di Montefusco, hanno avuto un fondamento o meno. Perché- secondo le opposizioni- “tali illazioni e accuse laddove non venissero puntualmente circostanziate, gettano un’ombra pesante sulla certezza della trasparenza e correttezza dell’operato politico e amministrativo”.

Categoria: